FAMIGLIE UNITE PER L'AUTISMO

2 APRILE 2023

MANIFESTAZIONE NAZIONALE 

TOGLIETECI QUESTE CATENE

BASTA INDIFFERENZA 


Per scaricare il modulo della questura NECESSARIO per chiedere l'autorizzazione del luogo dove sarà svolto il presidio del giorno 

2 aprile 2023 dalle ore 10 alle ore 12 

Motivo della manifestazione: 

Giornata Mondiale per la consapevolezza sull'autismo



Se condividi unisciti a noi

Pensiamo che sia arrivato il momento di dire basta.

 Uniamoci in tanti, famiglie e associazioni, per affrontare un tema che tocca le persone autistiche e le loro famiglie ma che coinvolge inevitabilmente tutte le disabilità, nessuna esclusa.

Mettiamo sul tavolo delle istituzioni le nostre istanze comuni. 

Scendiamo nelle piazze della nostra città , ciò che chiediamo è di primaria importanza per garantire  una vita dignitosa ai nostri figli e a noi famiglie. 

ECCO SOTTO ALCUNI DEI PUNTI CHE SPIEGANO LA NECESSITA'


FORMAZIONE 

EDUCATORI - ASSISTENTI - TUTOR

Vogliamo che si formi una nuova classe di Educatori - Assistenti - Tutor - Mediatori Neuro-culturali per supportare in modo professionale e competente le persone autistiche e altre disabilità nell'arco della vita 

PROGETTI DI VITA E 

BUDGET DI SALUTE (CURA)

Vogliamo che finalmente siano elaborati i Progetti di Vita personalizzati (ex art. 14 della Legge 328/2000) e realizzati attraverso il relativo Budget di Salute (o di Cura) che è lo strumento indispensabile di integrazione tra interventi socio-sanitari, educativi, socio assistenziali, relazionali, occupazionali, lavorativi e per la vita indipendente.

ABITARE: DURANTE NOI CON NOI PER IL DOPO DI NOI 

Vogliamo che siano promossi e realizzati modelli di vita indipendente, nel pieno rispetto dei desideri e delle aspirazioni delle persone disabili e delle loro famiglie, riducendo l'istituzionalizzazione. 

CAREGIVERS FAMILIARI 

Vogliamo che sia riconosciuto il ruolo fondamentale del caregiver familiare, vero e proprio ammortizzatore sociale (i CAREGIVERS FAMILIARI, riconosciuti dalla legge 205/2017, art.1 - comma 255, sono le persone che si prendono cura in ambito domestico ed in modo continuativo di un proprio familiare convivente non autosufficiente, così come definito dall'art. comma 3 della Legge 104/92). Siano riconosciuti ai Caregivers familiari i contributi figurativi relativi ad una professione usurante; sostegno economico commisurato al lavoro di cura; servizi territoriali per la persona disabile accudita e per il caregiver familiare, reinserimento lavorativo laddove possibile con servizi sostitutivi e mirati per la persona disabile, pensionamento anticipato.

AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO E RENDICONTAZIONE

Vogliamo che, qualora la nomina dell'Amministrazione di Sostegno ricada sul Caregiver Familiare che si è sempre ben occupato del proprio congiunto disabile, sia accolta la richiesta di NON rendicontazione delle spese annuali al Giudice Tutelare.  

Compila il modulo e unisciti a noi 

Sotto le associazioni che attualmente condividono l'iniziativa

Unisciti anche tu