Questa è una idea progettuale di villaggio inclusivo

Il Villaggio della Felicità

il dopo di noi con noi

                 Se condividi anche tu questo progetto unisciti a noi

Pensiamo sia arrivato il momento di mettere sul tavolo delle istituzioni il nostro progetto, un progetto che tanti di noi hanno da sempre sognato,un progetto che serve a dare serenità e sicurezza alla vita dei nostri ragazzi ma soprattutto dare un vecchiaia dignitosa e un eterno riposo più tranquillo possibile 

Portiamolo nei palazzi di ogni singola regione e comune dove si decide, andiamo tutti insieme per spiegare l'importanza di questo progetto, ma soprattutto la necessità che tanti villaggi della felicità devono nascere in Italia 

ECCO SOTTO ALCUNI DEI PUNTI CHE SPIEGANO LA NECESSITA


                 

BASTA VIOLENZA SULLE PERSONE FRAGILI

chiediamo pene adeguate a chi commette abusi e violenza sulle persone con disabilita', basta centri lager e operatori orchi 

BASTA INDIFFERENZA VERSO LE FAMIGLIE

chiediamo la realizzazione di centri adeguati e creare il dopo di noi con noi, spesso i genitori quando non hanno piu' forza fisica e/o mentale sono costretti a portare i propri figli i centri residenziali che spesso si trasformano in veri e propri lager, di fatto generando un grande disaggio alla persona autistica e agli stessi genitori che molto spesso non riescono nemmeno a vedere e/o passare qualche ora con i propri figli a causa della distanza e molto spesso per le condizioni fisiche che subentrano con l'avanzare dell'eta'.

DARE  DIGNITA' ALLE PERSONE CON AUTISMO E ALLE LORO FAMIGLIE

Questo è possibile attraverso l'intervento delle Istituzioni, con la realizzazione di veri e propri Villaggi inclusivi dove è possibile dare a queste persone la possibilità di creare il dopo di noi con noi,dando la certezza che dopo i genitori possano restare all'interno di un contesto a loro familiare, godendo dei tanti servizi messi a loro disposizione,dando la dignità a tanti di loro di poter svolgere un lavoro attraverso laboratori artigianali,artistiche,gestione di locande,ristoranti,bar etc,e attraverso la formazione puntuale e costante di tutor che li possano accompagnare in un viaggio che si chiama VITA, e ridare la dignità a tutti quei genitori che si sono visti costretti a lasciare il lavoro per assistere i loro figli diversamente abili

 RICONOSCIMENTO CONTRIBUTIVO IN QUALITA' DI CEREGIVER 

che possa garantire la certezza di prepensionamento ed avere una pensione dignitosa