Appello di Mamma Rosa: Aiutatemi dopo di me chi accudirà Marco

17.11.2021

Oggi più che mai dopo aver ascoltato e sentito, la paura di mamma Rosa, il mio impegno, di trasformare da sogno in realtà, il Villaggio della Felicità il dopo di noi con noi, si accentuerà andrò avanti come un treno, ma con quella paura di un giorno essere io a scrivere, quanto da mamma Rosa scritto. (Antonio Riggio)

 Sono Rosa Manzo mamma di Marco ragazzo autistico 

A me il termine "badante" per mio figlio non piace proprio e non l'ho mai usato per lui. Anche perchè, nel mio immaginario, accosto la figura di un badante più al disabile fisico e mio figlio non è affatto tale. Mi piace invece il concetto di un paio di persone, appartenenti possibilmente a una sola famiglia, ( l'ideale sarebbe una coppia senza figli!) che, adeguatamente ricompensate e ricevendo inoltre da me anche vitto e alloggio, si affezionino a Marco, (e non facciano solo finta),Marco non ha Sorelle ne Fratelli e mi piacerebbe che queste persone potrebbero essere per Marco come dei fratelli, spero di trovare queste persone ma soprattutto chiedo che pur ricevendo vitto e un buon compenso non si sentano mai dipendenti di Marco, ma che lo facciano per affetto.. anche dopo che sarò morta. Il Padre Eterno mi dovrebbe far morire solo dopo avere constatato con i miei occhi che si siano DAVVERO affezionati. Naturalmente, ci dovrebbe essere, e CI SARA', dopo la mia dipartita, la supervisione del giudice tutelare e io farei del tutto per lasciare, anche burocraticamente, mio figlio, in una botte di ferro!!!! (Anche dal punto di vista AUTISMO e medico in generale, Marco dovrebbe essere super controllato!!) A questa soluzione però preferirei una struttura residenziale che sia il top del top sotto tutti i punti di vista e che accolga perlopiù o, meglio, solo autistici! Ma la struttura che ho scelto per lui non è ancora pronta e quindi, nell'attesa, di essa, voglio creare intorno a Marco la giusta protezione , per cui le persone che si prenderanno cura di Marco a casa nostra saranno le stesse che andranno a trovare Marco ,  nel centro residenziale,saranno quelle persone che lo porteranno a fare una passeggiata fuori il centro,che lo porteranno nella sua casa e che non lo faranno mai sentire abbandonato dopo la mia Morte, saranno quelle persone che assicureranno il suo soggiorno lì, che sorvegliato realmente e adeguatamente da queste stesse persone, in modo che gli operatori sapranno che Marco non è solo. 

 I nostri figli hanno bisogno di socializzare anche con i normodotati! Ci vorrebbe allora una struttura che li lasci vivere con questi, dentro e fuori, con la dovuta e giusta sorveglianza!! Con un rapporto uno a uno! So benissimo che i miei sono solo sogni.... ma a me piace sognare..... ( Il Villaggio della Felicità ) 

P.S.: AIUTATEMI A TROVARE LE PERSONE DI CUI SOPRA!!! Che cioè siano di vostra fiducia e che, secondo voi, possano affezionarsi sinceramente a me e soprattutto a Marco!!CERCO UNA COPPIA SENZA FIGLI, ONESTA E DI GRAN CUORE, DI ETA' COMPRESA TRA 45 E 48 ANNI!! (Che sia oro colato!). PER FAVORE, NON SCORDATEVI DI QUESTA MIA RICHIESTA.A I U T A T E M I davvero!!!!!!!!! Abbiamo bisogno di gente, che entri praticamente a far parte della nostra famiglia.... Queste persone stiano certe che saranno trattate da me come figli e da Marco come fratelli maggiori.Inoltre avrebbero a disposizione un appartamentino nel piano sottostante al mio, nella stessa palazzina; e ciò è innegabile che sia oltremodo importante!!!! 

Ultimi post nel nostro blog

Scopri per primo le novità!

Molto viene oggi rammentato da famiglie,associazioni,comitati scientifici sindrome Asperger ,o sindrome ad alto funzionamento(sul termine funzionamento mi sono già espressa),ma pochi sanno chi fu Asperger e perchè ad oggi "merita"tanta gloria postuma.Asperger nasce in Austria agli inizi del 1900,nel 31 in pieno avvento del nazional socialismo di...

Oggi nel mondo dell'autismo regna tantissima confusione. Una confusione alimentata perlopiù dai media e da quelle realtà associative che confondono situazioni molto vicine alla normalità con la drammatica realtà che accomuna invece centinaia di migliaia di autistici e famiglie... Quelle ad alto funzionamento sono una netta minoranza di persone...