Aiutiamo Mamma Angela e suo figlio Autistico

04.11.2022

Angela non è una giovane mamma,basta pensare che suo figlio Graziano, autistico grave ha 44 anni, Angela oggi ha necessità di fare un ricovero con conseguente intervento per il suo scarso stato di salute,ma purtroppo deve rinunciare a curarsi perché abbandonata oppure meglio dire invisibile agli occhi dei servizi sociali del comune di Brindisi, infatti ad oggi Graziano non gode di nessuna assistenza, non ha un progetto di vita come la legge prevede, ancora oggi dopo ben 22 anni, pochi sono a conoscenza della legge 328/2000 che prevede la realizzazione di un vero e proprio progetto di vita che a partire dal profilo funzionale della persona, dai bisogni e dalle legittime aspettative e nel rispetto della propria autonomia e capacità di autodeterminazione, individua quale è il ventaglio di possibilità, servizi, supporti e sostegni, formali (istituzionali) e informali, che possono permettere alla stessa di migliorare la qualità della propria vita, di sviluppare tutte le sue potenzialità, di poter partecipare alla vita sociale, avere laddove possibile una vita indipendente e poter vivere in condizioni di pari opportunità rispetto agli altri. 

Oggi e non domani abbiamo la massima necessità di trovare il modo migliore per permettere a mamma Angela di potersi curare, ma soprattutto di salvaguardare lo stato psicologico di Graziano che oggi all'interno delle sue mura domestiche ha trovato la sua serenità,Angela non ha aiuti familiari e il papà di Graziano si trova ricoverato in una struttura sanitaria da parecchi anni per una invalidità sopraggiunta,il papà era l'unica persona che permetteva Graziano di uscire da casa per fare una passeggiata,oggi lui si ritrova in casa solo con la presenza di Angela che ha difficoltà motorie e non riesce a poter uscire con suo figlio,ma anche le faccende di casa stanno diventando un grandissimo sforzo. 

Graziano ha un fratello e una sorella,che per motivi di lavoro si trovano fuori sede e questo non gli consente di poter essere di supporto, è brutto scrivere questo ma purtroppo anche questa fa parte di una triste verità.   

Ho già allertato il Presidente della F.I.A Fondazione Italiana Autismo, Davide Faraone nonché deputato nazionale della Repubblica Italiana, ma anche papà di Sara una ragazza autistica alla quale ha dedicato il libro CON GLI OCCHI DI SARA, ho anche contattato alcune realtà associative del territorio, di cui l'associazione IL BENE CHE TI VOGLIO nella persona del suo Presidente Alessandro Cazzato, mi attiverò in oltre a contattare anche il Ministro delle Disabilità Alessandra Locatelli

La condizione che oggi vive mamma Angela non è un caso isolato,sono tantissimi i genitori che si trovano in queste condizioni, e proprio dietro questi racconti e testimonianze ci dobbiamo rendere conto quanto è importante realizzare il Villaggio della Felicità il Dopo di Noi con Noi.

Parlando con le famiglie, mi imbatto spesso in una problematica dai risvolti pratici alquanto rilevanti: le indennità che i ragazzi percepiscono in ragione della disabilità, vengono computate ai fini ISEE.

Bonus caregiver - Contributo economico una tantum per il sostegno di cura e assistenza dei caregiver familiari di soggetti affetti da disabilità grave e gravissima

Angela non è una giovane mamma,basta pensare che suo figlio Graziano, autistico grave ha 44 anni, Angela oggi ha necessità di fare un ricovero con conseguente intervento per il suo scarso stato di salute,ma purtroppo deve rinunciare a curarsi perché abbandonata oppure meglio dire invisibile agli occhi dei servizi sociali del comune di Brindisi,...

Ieri sera ho fatto una diretta facebook,(link) parlando di un Argomento al quale mai si ci chiede il perché accada,cosa porta una persona a compiere l'atto più inqualificabile al mondo,togliere la vita al proprio figlio e spesso togliersi la propria vita, la diretta riprendeva la notizia di una mamma Francese che aveva accoltellato il figlio...

Qualche giorno, fa mi sono imbattuto in un articolo di giornale che riportava la notizia della piena assoluzione di una maestra di sostegno che precedentemente era stata condannata ad 1 anno. L'articolo faceva riferimento ad un fatto accaduto il 22 ottobre 2019: un bambino di appena 6 anni, che frequentava la scuola elementare, aveva chiesto il...

Domani cambia l'ora legale in Italia, una delle nazioni europee che proprio non vuol sentire ragioni sull'abolizione, a differenza di Finlandia, Lituania, Svezia ed Estonia, che sono favorevoli, ovviamente solo e sempre per questioni economiche, infatti nessuno si chiede di quanto sia destabilizzante per le persone autistiche che vivono con ...